Direttore ticinese per Splügen

2. luglio 2018

Esperienza lavorativa unita ad un impronta giovanile, queste sono le caratteristiche del nuovo Direttore di Splügen: Livio Merzaghi di Lavorgo. Il 29 enne è predestinato ad un compito di responsabilità, visto che negli ultimi anni ha amministrato la stazione sciistica Leventinese di Carì.

Grazie all’esperienza lavorativa presso la stazione sciistica di Carì durata sei anni Livio Merzaghi ha saputo crescere e sviluppare conoscenze per diventare il Direttore di Splügen «Nel comprensorio di Carì mi occupavo di piccoli e grandi progetti, gestivo il personale, le finanze, la gastronomia e il Marketing». Per sviluppare ulteriormente le sue conoscenze stà pure frequentando una formazione riconosciuta dalle Funivie Svizzere per diventare Manager delle funivie. L’appassionato giocatore di hockey è un uomo di squadra e vuole portare un vento di freschezza alla stazione di Splügen «Ho iniziato come cassiere, poi ho lavorato come addetto alla seggiovia e mi sono da subito innamorato della realtà delle funivie». Dopo gli anni a Carì ora è pronto per una nuova avventura a Splügen. È cresciuto in una famiglia bilingue, sua mamma è di origini viennesi. Livio Merzaghi vuole sentirsi a casa a Splügen, per questo si trasferirà nella regione e dal primo di agosto 2018 sarà il responsabile della Splügen-Tambo AG. Dato che la strategia aziendale è quella di promuovere la stazione durante tutto l’arco dell’anno il suo ruolo sarà quello di direttore generale.

Rafforzamento dei contatti verso il Sud
La scelta non è caduta a caso sul ticinese. Il Consiglio di Amministrazione evidenzia come, nella passata stagione invernale, ci sia stato un incremento di visitatori provenienti dalla regione di lingua italiana. «L’aumento del 28 % di primi passaggi dimostra che siamo sulla giusta strada» sottolinea il presidente del CdA Franco Quinter. Nonostante la sua giovane età Livio Merzaghi ha impressionato grazie alle sue conoscenze e competenze nel settore. Dopo gli anni d’esperienza a Carì conosce le potenzialità strategiche e di sviluppo di una regione dedita alle discipline sportive invernali.

Nuovo concetto gastronomico
Nella ultima stagione invernale si sono notate alcune vulnerabilità, una di queste è stato il reparto della gastronomia. In alcuni giorni la capacità organizzativa e di qualità dei ristoranti è stata messa a dura prova, «Abbiamo quindi deciso di muoverci per migliorare la situazione» spiega il membro del CdA FiFi Frei. La miglior soluzione era trovare qualcuno che conoscesse il territorio e i clienti, che condivide la nuova strategia di attirare clienti provenienti da Sud e che sia disponibile a dare il meglio di se per il futuro della stazione. Tutte queste doti si sono rivelate in Stefano Pini. Il 27enne proveniente dal Ticino ha già lavorato diverse stagioni presso il Ristorante sulle piste di Splügen e in estate gestisce il fantastico Grotto Sassello in Val Verzasca. Il cuoco ticinese saprà sorprendere grazie alle sue capacità culinarie. Pini conclude: «Gli ospiti cercano qualcosa di più oltre a pommes frittes e spaghetti, Splügen è il posto perfetto per divertirsi e gustare ottimi piatti».

Franco Quinter, Livio Merzaghi, Vanessa Baseggio, Stefano Pini, FiFi Frei